• Via Circonvallazione Nordest,93 41049 Sassuolo (MO), Italia

COS'E'? PERCHE'? E COME?

In ambito edile, il termine insufflaggio indica una congerie di tecniche di isolamento termico e di impermeabilizzazioni edili destinate perlopiù alle case con muri a cassa vuota, ovvero dotate di intercapedine al loro interno. Tale tecnica si basa proprio sul riempimento di tale intercapedine con un materiale isolante (in genere lana di vetro, fibra di cellulosa, polistirene in perle, sughero in granuli e fibra di legno), che andrà a formare uno strato isolante in grado di trattenere il calore e, al tempo stesso, limitare al massimo le sollecitazioni derivanti dalle temperature più basse provenienti dall’esterno.

Lo scopo di tale intervento è sempre quello di minimizzare o cancellare del tutto le dispersioni di calore, favorendo il risparmio energetico e l’ottimizzazione delle risorse. Bisogna sempre considerare che un’intercapedine è già di per sé un elemento di coibenza, dal momento che l’aria, soprattutto se isolata dall’esterno (in questo caso si parla di intercapedine chiusa, con l’aria che ristagna all’interno del muro, senza consumarsi né entrare in contatto con gli elementi esterni), rappresenta un ostacolo considerevole alla trasmissione del calore tra due interni o fra interno ed esterno della casa. Non a caso, la creazione di queste camere d’aria è il modo più semplice ed economico per fornire ai muri di un edificio un minimo coefficiente di isolamento termico. Pertanto, quando si va a intervenire con l’insufflaggio, bisogna avere cura di ottenere dei risultati più efficaci, stabili e duraturi rispetto alla presenza della camera d’aria.

Per insufflare il materiale isolante, vengono praticati sui muri dei fori di circa 10 centimetri di diametro, a distanza di circa 15 metri l’uno dall’altro e a 50 centimetri di distanza da pavimenti e soffitti. In questi pertugi andrà inserito il materiale isolante, per poi procedere alla stuccatura del muro perforato. Il grande vantaggio di questa tecnica risiede nel fatto di poter essere applicata sia in esterni che in interni, a seconda delle necessità logistiche.